sir Ben Kingsley
Let my people live
Inge Auerbacher
fotografie

Inge Auerbacher

Tra l’11 e il 17 marzo 2013 Matteo Corradini ha compiuto un piccolo tour insieme a Inge Auerbacher, ebrea di origini tedesche sopravvissuta al ghetto di Terezín. Vive a New York, è molto dinamica e simpatica. È una testimone della Shoah, deportata a Terezín da quando aveva sette anni fino ai nove.

Nel viaggio sono stati previsti numerosi incontri per adulti e ragazzi: Inge ha parlato della sua storia e dell’esperienza dei bambini di Terezín. Il titolo? STELLE + FARFALLE – ESSERE BAMBINI A TEREZÍN.

Inge 16marzoMantovaVenezia16

12 marzo 2013, ore 9
Bolzano, Istituto Archimede
Viale Duca d’Aosta, 46


12 marzo 2013, ore 21
Bolzano, Duomo
Piazza Walther, 1
dialoga con noi padre Paul Renner


12 marzo 2013, ore 8e15
Bolzano, Istituto Ada Negri
Viale Druso


12 marzo 2013, ore 10e30
Bolzano, Istituto Cesare Battisti
Via Cadorna, 16


13 marzo 2013, ore 18
Pavia, Nuova Libreria Il Delfino
dialoga con Chiara Codecà
Piazza Cavagneria, 10


13 marzo 2013, ore 21
Pavia, Collegio Ghislieri
Aula Goldoniana – Piazza Ghislieri, 5
dialoga con Antonio Sacchi e Chiara Codecà


14 marzo 2013, ore 18
Mantova, Aula Magna Isabella d’Este
Via Giulio Romano, 13
dialoga con Andrea Ranzato + musica per pianoforte composta a Terezín da Gideon Klein, Pavel Haas e Viktor Ullmann a cura di Michelangelo Rossi e Albertina Dalla Chiara + Coro preparato dal maestro Francesco Loregian e diretto da Luca Pettinato


15 marzo 2013, ore 10e30
Mantova, Auditorium Monteverdi
Mantova – via Conciliazione, 33
dialoga con Andrea Ranzato + musica per pianoforte composta a Terezín da Gideon Klein, Pavel Haas e Viktor Ullmann a cura di Michelangelo Rossi e Albertina Dalla Chiara


16 marzo 2013, ore 16e30
Venezia, Laboratorio Blu
Calle del Ghetto Vecchio, 1224


  • Inge, figlia unica di Regina e Berthold Auerbacher, viveva con la famiglia in un piccolo villaggio della Germania meridionale in cui il padre dirigeva la propria attività tessile. Lui, militare durante la Prima Guerra Mondiale, era stato decorato per il suo coraggio con la Croce di ferro perché era stato gravemente ferito.
    La notte tra il 9 e il 10 novembre 1938, poco prima che Inge compisse quattro anni, ci furono gravi atti contro gli ebrei in tuto il paese. Il padre di Inge fu arrestato e mandato in un campo di concentramento. Rilasciato dopo alcune settimane, la famiglia pensò di lasciare il paese ma non sapeva dove andare. Si trasferirono nel paese d’origine della madre. Alla fine del 1941, Inge, I suoi genitori e la nonna ricevettero la notifica di trasferimento. Il papà che era un veterano disabile della Grande Guerra, ottenne un rinvio ma la nonna fu mandata a Riga in Lettonia dove fu uccisa.

    Il 22 Agosto 1942, Inge e i suoi genitori furono arrestati e deportati nel ghetto di Terezín. Inge ed i suoi genitori vennero assegnati alla sezione del ghetto riservata ai veterani disabili dove riuscirono a restare insieme.


Questo sito usa i cookie (anche di terze parti), per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare o cliccando su “accetta” ne consenti l'utilizzo. maggiori informazioni

Che cosa sono i cookie?
Un cookie è un piccolo file di lettere e numeri che può essere memorizzato sul tuo browser o sul disco fisso del tuo computer quando visiti il nostro sito web. I cookie contengono informazioni sulle tue visite al suddetto sito web.

Cookie di terze parti
Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (prima parte), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (terze parti). Esempi notevoli sono la presenza di “embed” video o “social plugin” da servizi di social network. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da terze parti è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Informative
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.

Twitter informativa: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security

Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato: https://www.google.it/policies/privacy/partners/
 
Come modificare le impostazioni sui cookie
La maggior parte dei browser permette di cancellare i cookie dal disco fisso del computer, di bloccare l’accettazione dei cookie o di ricevere un avviso prima che un cookie venga memorizzato. Come modificare le impostazioni per:
Google Chrome
Mozilla Firefox
Internet Explorer
Safari

Garante della Privacy sui Cookie: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884
Informativa e consenso per l’uso dei cookie http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939
Faq in materia di cookie http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939

chiudi